FOLLOW ME ON INSTAGRAM

  • Instagram - Black Circle

RECENT POSTS: 

November 12, 2019

June 22, 2018

Please reload

LA (VERA) VITA DI UNA DESPERATE HOUSEWIFE

June 30, 2017

Siamo oneste: quante di noi, vedendo un telefilm, non si sono immedesimate nella vita di una delle protagoniste, fantasticando su ciò che sarebbe stata la propria vita e cercando di avvicinarsi quanto più possibile ad emulare quella delle nostre beniamine tv?!?ammettiamolo, è capitato a tutte, sin da bambine ai tempi di Friends, fino ad arrivare ad un più attuale (seppur non troppo recente) Sex and the City..Quando questa famosissima serie tv ha debuttato, era il 1998, io avevo 10 anni, e mia madre lottava per togliermi il telecomando e non farmelo vedere (quel SEX nel titolo proprio non le andava giù), ma raggiunti i 14/15 anni, complici le repliche di LA7, ho iniziato a guardarmi tutte le puntate ed a fantasticare..fantasticavo sulla vita delle protagoniste, sui loro vestiti, sul loro stile di vita, sui locali che frequentavano e sui bellissimi uomini che avevano, e sognavo di condurre anche io la stessa vita un giorno..

 Nel 2004 fa il suo debutto un'altra serie di successo, destinata a diventare, negli anni, una delle mie serie preferite, Desperate Housewives..devo essere onesta, inizialmente l'ho snobbata completamente: vuoi perchè, nello stesso anno, stava andando in onda l'ultima serie di Sex and The City (ed io ero in lutto totale), vuoi perchè avevo 16 anni e, della vita di quattro casalinghe disperate, non me ne poteva fregare di meno..insomma, fino ad una certa età l'ho totalmente ignorata!!

A 20 anni ho conosciuto quello che poi sarebbe diventato mio marito, e lì il mio mondo si è rivoluzionate completamente: avevo sempre ben chiara l'idea che Sex and The City fosse il mio mantra (soprattutto Charlotte, mi sono sempre identificata molto in lei), ma Desperate Housewives sembrava avvicinarsi sempre più a ciò che sarebbe diventata la mia vita, ed in fondo non mi dispiaceva affatto: sembrava una vita comunque bellissima, tutte avevano delle case meravigliose, sempre in ordine e perfettamente pulite, tutte avevano una discreta situazione economica (chi più e chi meno), tutte avevano dei figli e tutte riuscivano a mantenere una vita sociale con le proprie amiche..diciamo che, per chi si avvicina al mondo del matrimonio e della famiglia, quella prospettiva non era così male..

 Finchè non capisci che la vita famigliare non è proprio così!!Nella serie si vede spesso che le protagoniste vanno a casa delle proprie amiche, si siedono sotto al portico sorseggiando tè in questi meravigliosi giardini curatissimi, in barba al fatto che a casa loro avessero lasciato i loro figli..bene, ho constatato che è una gran cavolata, io mi rendo conto di aver esagerato quando lascio per più di 15 minuti i miei figli da soli nella stessa stanza, figurarsi andare dalla vicina a prendere un caffè lasciandoli in autogestione..nella serie nessuna di loro lavorava, una di loro era una ex modella sposata ad un miliardario, una era separata con una figlia e quasi completamente mantenuta dal marito (nella serie pare facesse la scrittrice di libri per bambini, cosa che non si è mai vista fare in 8 stagioni), un'altra era sposata con un uomo che manteneva tutta la famiglia mentre lei si dedicava anima e corpo nella cura della casa, nella cucina e nella crescita dei figli, mentre l'ultima, a seguito della nascita di due gemelli, ha deciso (in accordo col marito) di rimanere a casa per crescere i loro figli..bene, sappiate che questi sono casi più unici che rari!!ho avuto (ed ho) la fortuna di poter rimanere a casa a crescere i miei bimbi, ma sappiate che, se rientrate in questa rarissima categoria, sarete innanzitutto additate come mantenute e nullafacenti, ed oltretutto col cavolo che troverete un'amica con cui uscire assieme ai bimbi o con la quale bere un caffè, al più potrete ritrovarvi al parchetto sulla panchina a parlare con qualche nonno al quale sono stati affidati i nipotini, di quanto siano cambiate le generazioni negli ultimi anni..e questo nella prospettiva più rosea, altrimenti vi ritroverete al parchetto a fissare il vuoto mentre tutti i coetanei dei vostri figli saranno al nido..e questo già riduce del 50% la vita sociale che vedete nella serie..ovviamente le suddette fanno tutte attività fisica, chi palestra, chi corsa, chi yoga, e sempre in pieno giorno (ma stì bambini chi cavolo li tiene durante il giorno?)..io vado in palestra quattro volte la settimana, ma per riuscirci vado ad orari improbabili, ed esco di casa col borsone sulle spalle pensando che l'unica cosa che avrei voglia di fare in quel momento sarebbe quella di buttarmi a peso morto sul letto e dormire 14 ore consecutive..io aspetto più o meno le 20, quando Flaviano rientra dal lavoro, faccio trovare la tavola apparecchiata e la cena pronta, saluto tutti e vado ad allenarmi (tra l'altro in una fascia oraria in cui il 95% della popolazione mondiale è in palestra), torno a casa intorno alle 22.30, metto a nanna i bimbi (che sono sempre svegli ad aspettarmi), mi faccio la doccia, ceno e poi mi butto sul divano con mio marito a chiacchierare, e prima dell' 1.30 non tocco il letto, per poi avere la sveglia alle 7.30..una faticaccia insomma!!

E poi sapete cosa proprio non mi va giù?!?le protagoniste della serie, la sera escono..chi coi mariti, coi fidanzati, con le amiche, chi va ad una cena di quartiere..fatto sta che sono spesso fuori!!!intendiamoci, anche io e Flaviano usciamo..quando possiamo ritagliarci del tempo per noi, che sia per andare al cinema o semplicemente a mangiarci una pizza, lo facciamo..ma si parla di due..ad esagerare, tre volte al mese!!

Insomma, il castello di Desperate Housewives mi è crollato molto velocemente, ma volete sapere in quale serie mi sono poi ritrovata anni dopo?!?!rullo di tamburi...........

Sex and The City!!!!

lo so, state pensando "questa è scema"!!!

Sex and the city, la serie tutta glitter, abiti firmati, vita mondana, cocktail e location da favola...cosa ci azzecca con la vita di una mamma e casalinga a tempo pieno?!?

MA (si, c'è un grosso ma), nel 2010 è uscito il secondo film tratto dalla serie (onestamente un pò deludente, mentre il primo invece è stato meraviglioso), dove viene fuori (specialmente in un paio di scene) una Charlotte inedita..lei, sempre paziente, con la casa perfetta ed il marito perfetto, sempre pacata e gentile, attenta a dire sempre la cosa giusta al momento giusto..si proprio lei, la mia adorata Charlotte, che letteralmente impazzisce alle prese coi due figli, al punto da chiudersi in uno sgabuzzino a piangere mentre la figlia bussa ripetutamente sulla porta urlando "MAMMAAAAA"..

 Ecco, in quella scena è racchiusa tutta l'essenza dell'essere mamma (soprattutto di due con poca differenza di età), ed è spiegato altrettanto bene quando, durante uno sfogo con Miranda, le spiega per filo e per segno quello che prova ad essere mamma, riassumendo in una frase quello che ogni mamma pensa ma non ha il coraggio di dire ad alta voce "io amo le mie figlie, ma è stata una gioia non averle intorno, mi serviva una pausa"..

vi lascio il link per sentire l'intero discorso

 

https://www.youtube.com/watch?v=nu9AEXQ30gY

 

Tutto questo per dire cosa?!?che essere mamma e formarsi una famiglia è devastante?!?NO, ASSOLUTAMENTE NO!!diventare mamma è stata una delle esperienze migliori della mia vita, mi ha arricchita sotto moltissimi punti di vista, mi ha aiutata a darmi delle priorità ed a capire cosa davvero conta e cosa davvero è inutile ed una perdita di tempo, mi ha aiutata a circondarmi di amiche vere, quelle con la A maiuscola, ed a lasciar perdere tutto il resto che era solo un contorno, ma soprattutto mi ha fatto capire cosa significa DAVVERO amare ed essere amata..

Ma sappiate però che, salvo in rarissimi casi, le vostre vite non somiglieranno mai a quelle che vedrete in tv..ma questo non vuol dire che non potranno essere altrettanto meravigliose!!

a presto

 

Giada

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

  • b-facebook
  • Twitter Round
  • Instagram Black Round