FOLLOW ME ON INSTAGRAM

  • Instagram - Black Circle

RECENT POSTS: 

November 12, 2019

June 22, 2018

Please reload

...I THINK I WANNA MARRY YOU..

June 12, 2017

Buongiorno ragazze!!come vi avevo anticipato nel mio primo post di presentazione, mi piacerebbe raccontarvi della proposta di matrimonio che mi ha fatto Flavi, specialmente ora che mancano pochissimi giorni al nostro anniversario di matrimonio..come vi raccontavo, siamo una coppia estremamente romantica, i primi anni della nostra storia (o meglio, fino a che non abbiamo deciso di mettere su famiglia) erano costellati di vacanze indimenticabili, resort e paesaggi incantevoli, week end in posticini estremamente particolari (di cui poi vi parlerò più avanti)..insomma, siamo sempre stati la classica coppia di fidanzatini estremamente romantici, dove ogni week end, ogni festività ed ogni ponte era una occasione per trascorrere del tempo insieme in location suggestive..e la proposta di matrimonio non ha deluso le aspettative!!va però fatta una premessa: quando Flaviano mi ha chiesto di sposarlo, sapevo già che ci saremmo sposati..mi spiego meglio: quando io e lui siamo andati a convivere (a settembre del 2010), dopo poco più di tre mesi abbiamo iniziato a parlare di matrimonio ed a visitare fiere per gli sposi, e quando ci fermavamo a qualche stand e ci chiedevano "quando vi sposate?", noi rispondevamo sempre che ci saremmo sposati a giugno del 2012..avevamo abbastanza tempo per organizzare il tutto, il mese ci piaceva, nè troppo caldo nè troppo freddo, anche se all'atto pratico, oltre che visitare le fiere, non stavamo facendo..era una cosa detta, in cui credevamo profondamente, ma fra il dire ed il fare..finchè un giorno, spulciando su internet, ci siamo messi alla ricerca di una bella location, abbiamo concordato che ci sarebbe piaciuto sposarci in un castello..quindi, effettuata una prima scrematura di altre tipologie di luoghi, abbiamo selezionato tre castelli che ci avevano colpito molto: il castello di Mornico, in provincia di Pavia, il castello di Marne, in provincia di Bergamo, ed il castello di Rossino, in provincia di Lecco..li abbiamo visitati tutti e tre, fino a che non abbiamo scelto fra uno di questi castelli (che vi aspettate, che spoileri il mio post sul matrimonio?!?), e la proprietaria ci ha detto che per giugno 2012 aveva solo due date disponibili: il 16 giugno ed il 23 giugno..a quel punto, devo essere onesta, siamo stati un pò presi alla sprovvista: sapevamo che bisognasse prenotare con anticipo la location, ma non con così tanto anticipo..a quel punto abbiamo opzionato il 16, per due settimane sarebbe stata la nostra data, se avessimo poi deciso per quel dato posto lo avremmo confermato, altrimenti non se ne sarebbe fatto nulla..ne abbiamo parlato e riparlato finchè, poco dopo San Valentino, abbiamo dato la caparra e fermato la location..il 16 giugno 2012 ci saremmo sposati!!!si ma..la proposta?e l'anello?e l'inginocchiamento con la fatidica domanda?era tutta la vita che aspettavo quel momento e, anche se già sapevo che ci saremmo sposati, non ero disposta a rinunciarvici..a quel punto ogni giorno era quello buono, ogni momento poteva essere quello decisivo, ogni cena fuori, ogni volta che mio marito infilava la mano nella tasca della giacca era un sussulto..ma nulla!!fino a che non arriviamo al 15 di giugno, un anno ed un giorno prima del matrimonio..era un mercoledì (potrei mai dimenticarmelo?), e quel giorno non lavoravo, quindi alle 10 del mattino ero ancora a letto..all'improvviso, mentre ancora dormivo serena e beata, la cassa dell'Ipod si accende, e parte a tutto volume la nostra canzone..onestamente?ho pensato ad un contatto, dato che l'Ipod era inserito..mi sono alzata quasi nervosa, pensando che il mercoledì era il mio giorno libero e che avrei voluto dormire ancora un pochino..una volta arrivata alla cassa, un sussulto: c'era un lettera appoggiata sopra, in bella vista..ho iniziato a leggerla, e la tachicardia ha preso il sopravvento: era una lettera di Flaviano, in cui mi spiegava che quello sarebbe stato un giorno speciale, che non avrei dimenticato, dove mi diceva di preparare una valigia con il necessario per truccarmi, un abito elegante e dei tacchi alti, perchè a mezzogiorno sarebbe passata un'auto a prendermi per portarmi in aeroporto..a mezzogiorno in punto suona il citofono, rispondo, ed una voce gentile mi risponde "buongiorno, sono il suo autista, se scende la accompagno in aeroporto.."..una volta arrivata in strada mi è caduta la mandibola: sinceramente credevo avrebbe mandato un amico od un conoscente (donna di malafede), invece ad aspettarmi c'era un uomo distinto, sulla cinquantina, in abito scuro con la cravatta che mi ha preso la valigia e mi ha aperto la portiera di una Mercedes nera coi vetri oscurati, dicendomi che sul sedile posteriore c'era qualcosa per me..mi sono accomodata ed ho trovato una rosa rossa con un biglietto che diceva "l'ultima volta che ci siamo stati ci siamo dimenticati di fare una cosa..pronta a cenare nel posto più romantico del mondo?", e girando il biglietto c'era un'immagine della Tour Eiffel..immaginate la mia espressione (peccato non ci fosse nessuno ad immortalarla)!!

Poco dopo siamo passati a prendere Flavi al lavoro, dove ci aspettava fuori dal suo ufficio col trolley pronto, è salito in macchina e siamo andati in aeroporto..poche ore dopo eravamo a Parigi, in un piccolo hotel a pochi passi dalla Tour Eiffel, io mi stavo mettendo un abito lungo sui toni del fucsia ed indossando le mie Louboutin (avevo intuito cosa stesse per succedere, e volevo succedesse con le scarpe più belle che avevo), e poco dopo raggiungevamo a piedi la Tour Eiffel, mano nella mano..siamo saliti e ci hanno fatto accomodare ad un tavolo accanto ad una vetrata immensa, con vista sulla Senna, ed abbiamo iniziato a cenare..vi assicuro che vedere Parigi mentre tramonta il sole, vedere le luci che si accendono dare vita allo spettacolo che è quella città di sera, mentre stai cenando col tuo futuro marito sulla tour Eiffel, sapendo che di lì a poco avrai un anello al tuo anulare..credetemi, non ha prezzo!!

 A fine cena abbiamo passeggiato un pò sulla torre, abbiamo preso l'ascensore per salire al piano superiore per goderci ancora meglio il panorama, ma più si sale più i piani sono stretti e con poca intimità, quindi siamo tornati al piano del ristorante quasi subito..ad un certo punto mi ha presa per mano e mi ha portata dal lato opposto della torre, davanti ai giardini du Champ de Mars..lì ha infilato la mano nella tasca interna della giacca, ha tirato fuori un scatolina di velluto blu scuro, si è inginocchiato e mi ha fatto la fatidica domanda..nonostante ormai avessi capito tutto, vi assicuro che è stato tutto estremamente emozionante e magico..abbiamo poi proseguito la serata seduti nel giardino davanti alla Tour Eiffel, accoccolati davanti a quello che è diventato ufficialmente il simbolo del nostro amore (anche se già ci eravamo innamorati di Parigi in altre occasioni), fantasticando sul nostro matrimonio e sul nostro futuro..siamo tornati al nostro hotel poche ore dopo, stanchi ed emozionati, con davanti a noi giusto un paio d'ore di sonno prima di riprendere il volo la notte stessa per tornare a casa in tempo per rientrare al lavoro la mattina dopo, stanchi, ma con una bella storia romantica in più da raccontare in ufficio ed agli amici..

Esattamente un anno dopo, il 16 giugno del 2012, ci siamo sposati giurandoci amore eterno davanti a Dio e davanti a tutti i nostri parenti ed amici più cari..

a presto

 

Giada

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

  • b-facebook
  • Twitter Round
  • Instagram Black Round